Youth worker in debate

Il nostro primo progetto come capofila

Youth worker in debate

Progetto Erasmus+ 2019-1-IT03-KA205-015697

“Youth worker in debate” è un progetto Erasmus+ K2 Strategic partnership – Scambio di buone pratiche nel settore giovani. Il progetto ha la durata di 24 mesi con data di inizio giugno 2019. Le organizzazioni partecipanti appartengono a tre Paesi – Italia, Grecia e Repubblica della Macedonia del nord – che ben rappresentano la diversità in Europa (includendo in questo concetto anche la Repubblica della Macedonia del nord come Paese candidato) e rappresentano un insieme di realtà eterogenee le cui competenze si completano e arricchiscono.

Il progetto ha due priorità principali: promuovere, attraverso la metodologia del Debate, la qualità dello youth work e l’empowerment dei giovani. Il flusso di attività del progetto e il piano di lavoro delineato sono stati pianificati in relazione e in linea con queste due priorità, con l’obiettivo di promuovere, attraverso un processo di educazione non formale e mediante lo youth work, la capacità dei giovani di sviluppare un proprio pensiero critico, aumentando la loro partecipazione e il loro senso di appartenenza ai valori della cittadinanza globale.

In linea con le priorità e gli obiettivi del progetto, i partecipanti (circa 40 in totale) sono giovani in età compresa fra 18 e 30 anni che parteciperanno, nel corso dei due anni di progetto, a una serie di attività, sia a livello locale sia a livello transnazionale.

In sintesi le attività previste dal progetto sono suddivise in tre fasi.

La prima fase prevede attività di formazione sulla metodologia Debate -il dibattito critico come metodologia educativa attiva- destinata agli youth worker che prenderà il via attraverso una staff joint training activity in Italia.

La seconda fase prevede, in tutti e tre i Paesi partners, a livello locale, la realizzazione di un percorso di avvicinamento alla metodologia Debate per un gruppo di 8 giovani (per un totale di 24 persone). Il percorso durerà circa 12 mesi e sarà gestito, attraverso la realizzazione di tre workshop supportati dall’utilizzo di Google classroom, dagli youth workers che avranno preso parte alla prima fase di attività e alla staff joint training activity.

Nel corso della terza fase infine, al termine del percorso formativo dei workshop, i giovani e gli youth workers partecipanti prenderanno parte alle blended mobilities finali in Grecia durante le quali verranno organizzate attività di Debate a livello transnazionale finalizzate alla valorizzazione del percorso fatto insieme a livello nazionale.

Durante questa fase di attività i partecipanti saranno invitati a elaborare proposte sul tema scelto (immigrazione ) da presentare alle autorità locali di ogni singolo Paese. Il tema è stato selezionato in relazione all’analisi dei contesti nazionali dei tre paesi e in relazione all’attualità e alla rilevanza del tema, in un contesto europeo e globale.

Il percorso di progetto consentirà la lettura del fenomeno in un’ottica allargata con l’obiettivo di valutare il fenomeno in una prospettiva storica a livello nazionale, europeo e internazionale che consenta l’analisi del fenomeno in un contesto di ampio respiro: migrazioni interne ai singoli paesi, migrazioni intra-europee e migrazioni extra-europee.

I risultati che ci aspettiamo sono relativi a un progressivo miglioramento delle competenze degli youth workers e dei giovani partecipanti, così come anche delle organizzazioni partecipanti e associate. Come anticipato, nell’ambito del progetto è previsto l’utilizzo della piattaforma Google classroom, come strumento di supporto alla realizzazione del percorso di esplorazione e utilizzo della metodologia; la realizzazione di un sito di progetto; la stesura di linee guida per l’utilizzo della metodologia del Debate nel settore dell’educazione giovani non formale; la stesura di una serie di proposte di miglioramento delle politiche sul tema immigrazione.

Il progetto rappresenta un’opportunità di crescita per tutti i partecipanti ed è stato progettato in un’ottica di sviluppo futuro e di trasferimento dell’esperienza in contesti diversi e su temi diversi.

I nostri partner:

United Societies of Balkans Astiki Etaireia e YEA: Youth Empowerment Association

I nostri partner associati:

In Italia: AGESCI (sede regionale del Piemonte), Istituto Boselli di Torino, CIOFS Piemonte.

Nella Repubblica della Macedonia del nord: Youth Educational Forum (YEF) e la municipalità di Aerodrom (Skopje)

In Grecia: Anna Lindh Foundation, Thess Network, Youth for Exchange and Understanding, UNITED for Intercultural Action Network, Youth Express Network, Forum of European Roma Young People, Developing Youth Participation at Local Level.

newsbluebook