Titolo

Autem vel eum iriure dolor in hendrerit in vulputate velit esse molestie consequat, vel illum dolore eu feugiat nulla facilisis at vero eros et dolore feugait.

Archivio dell'autore %s newsbluebook

Diventa esperto di Turismo Accessibile

“Il Turismo Accessibile, anche conosciuto come Turismo per tutti ha l’obiettivo di soddisfare le esigenze di ogni turista (con disabilità, intolleranze alimentari, anziani, famiglie ecc.) per permettere a tutte le persone di vivere un’esperienza di viaggio in modo il più possibile indipendente e con l’opportunità di conoscere nuove realtà.” 

Abbiamo aperto le iscrizioni per il corso “Ability Advisor- Esperto di Turismo Accessibile” che si terrà a Torino, in Corso Palestro n.14 presso Engim Piemonte, da settembre a novembre 2019. Il corso è finanziato dal programma Erasmus+ ed è gratuito per i partecipanti. Tema del percorso formativo, l’accessibilità e fruibilità nel settore del turismo: per comprenderne le opportunità e le sfide, per aumentare le proprie competenze, per incrementare il proprio business o lavorare come consulenti del “turismo per tutti” con aziende pubbliche e private. 

Il corso si svolgerà grazie alla collaborazione di AIC Piemonte  (Associazione Italiana Celiachia), Bluebook srlCityfriendCPD (Consulta per le Persone con Difficoltà ONLUS), ENGIM Piemonte FunfamilyTurismabile Turismo Torino. Il numero di partecipanti massimo è di 15 persone, fino a esaurimento posti. 

Verrà data preferenza a persone che lavorano nel settore turistico o hanno percorsi formativi inerenti. Al termine del percorso verrà rilasciato un certificato di partecipazione al corso e al progetto TAD. 

Le iscrizioni devono essere inviate entro il 5 settembre all’indirizzo: tadabilityadvisor@gmail.com

I contenuti del corso sono stati elaborati nel contesto del progetto Erasmus+ TAD – The Ability Advisor e sono stati validati da ENAT-European Network for Accessible Tourism, Bruxelles.

Il corso sarà organizzato come segue: 40 ore in aula – dal 19 settembre al 22 ottobre 2019. 20 ore in modalità Work Based Learning: le attività si svolgeranno nelle prime due settimane di novembre e prevedono due/tre uscite sul territorio per l’analisi di alcune strutture ricettive, come esercizio e applicazione pratica di competenze, conoscenze e abilità acquisite. 

Calendario corso 

Giovedì 19 settembre 2019 – Orario 8.30-13.30 

“Introduzione al turismo accessibile” A cura di: Turismo Torino e CPD 

Martedì 24 settembre 2019 – Orario 8.30-13.30 

“Bisogni specifici di accesso” A cura di: CPD, Funfamily, Cityfriend, AIC Piemonte 

Venerdì 27 settembre 2019 – Orario 8.30-12.30 

“Accessibilità dell’informazione nel settore turistico (parte 1)” A cura di: Bluebook srl 

Martedì 1 ottobre 2019 – Orario 8.30-12.30 

“Accessibilità dell’informazione nel settore turistico (parte 2)” A cura di: Bluebook srl 

Martedì 08 ottobre 2019 8.30-13.30 

“Customer care” A cura di: CPD, Turismo Torino 

Giovedì 10 ottobre 2019 8.30-14.30 

“Come misurare l’accessibilità e la fruibilità in ambito turistico (parte 1)” A cura di: CPD, Turismo Torino

Martedì 15 ottobre 2019 8.30-12.30 

“Come misurare l’accessibilità e la fruibilità in ambito turistico (parte 2)” A cura di: AIC Piemonte, Funfamily, Cityfriends

Martedì 22 ottobre  8.30-13.00 – 13.30-16.00

“Il ruolo dell’Ability Advisor: capacità imprenditoriali e spazi di azione” A cura di: CPD, Turismo Torino, ENGIM Piemonte

A seguire (inizio novembre) 20 ore di sperimentazione pratica di quanto appreso, presso aziende del settore turistico (date al momento da definire).

Youth worker in debate

Progetto Erasmus+ 2019-1-IT03-KA205-015697

“Youth worker in debate” è un progetto Erasmus+ K2 Strategic partnership – Scambio di buone pratiche nel settore giovani. Il progetto ha la durata di 24 mesi con data di inizio giugno 2019. Le organizzazioni partecipanti appartengono a tre Paesi – Italia, Grecia e Repubblica della Macedonia del nord – che ben rappresentano la diversità in Europa (includendo in questo concetto anche la Repubblica della Macedonia del nord come Paese candidato) e rappresentano un insieme di realtà eterogenee le cui competenze si completano e arricchiscono.

Il progetto ha due priorità principali: promuovere, attraverso la metodologia del Debate, la qualità dello youth work e l’empowerment dei giovani. Il flusso di attività del progetto e il piano di lavoro delineato sono stati pianificati in relazione e in linea con queste due priorità, con l’obiettivo di promuovere, attraverso un processo di educazione non formale e mediante lo youth work, la capacità dei giovani di sviluppare un proprio pensiero critico, aumentando la loro partecipazione e il loro senso di appartenenza ai valori della cittadinanza globale.

In linea con le priorità e gli obiettivi del progetto, i partecipanti (circa 40 in totale) sono giovani in età compresa fra 18 e 30 anni che parteciperanno, nel corso dei due anni di progetto, a una serie di attività, sia a livello locale sia a livello transnazionale.

In sintesi le attività previste dal progetto sono suddivise in tre fasi.

La prima fase prevede attività di formazione sulla metodologia Debate -il dibattito critico come metodologia educativa attiva- destinata agli youth worker che prenderà il via attraverso una staff joint training activity in Italia.

La seconda fase prevede, in tutti e tre i Paesi partners, a livello locale, la realizzazione di un percorso di avvicinamento alla metodologia Debate per un gruppo di 8 giovani (per un totale di 24 persone). Il percorso durerà circa 12 mesi e sarà gestito, attraverso la realizzazione di tre workshop supportati dall’utilizzo di Google classroom, dagli youth workers che avranno preso parte alla prima fase di attività e alla staff joint training activity.

Nel corso della terza fase infine, al termine del percorso formativo dei workshop, i giovani e gli youth workers partecipanti prenderanno parte alle blended mobilities finali in Grecia durante le quali verranno organizzate attività di Debate a livello transnazionale finalizzate alla valorizzazione del percorso fatto insieme a livello nazionale.

Durante questa fase di attività i partecipanti saranno invitati a elaborare proposte sul tema scelto (immigrazione ) da presentare alle autorità locali di ogni singolo Paese. Il tema è stato selezionato in relazione all’analisi dei contesti nazionali dei tre paesi e in relazione all’attualità e alla rilevanza del tema, in un contesto europeo e globale.

Il percorso di progetto consentirà la lettura del fenomeno in un’ottica allargata con l’obiettivo di valutare il fenomeno in una prospettiva storica a livello nazionale, europeo e internazionale che consenta l’analisi del fenomeno in un contesto di ampio respiro: migrazioni interne ai singoli paesi, migrazioni intra-europee e migrazioni extra-europee.

I risultati che ci aspettiamo sono relativi a un progressivo miglioramento delle competenze degli youth workers e dei giovani partecipanti, così come anche delle organizzazioni partecipanti e associate. Come anticipato, nell’ambito del progetto è previsto l’utilizzo della piattaforma Google classroom, come strumento di supporto alla realizzazione del percorso di esplorazione e utilizzo della metodologia; la realizzazione di un sito di progetto; la stesura di linee guida per l’utilizzo della metodologia del Debate nel settore dell’educazione giovani non formale; la stesura di una serie di proposte di miglioramento delle politiche sul tema immigrazione.

Il progetto rappresenta un’opportunità di crescita per tutti i partecipanti ed è stato progettato in un’ottica di sviluppo futuro e di trasferimento dell’esperienza in contesti diversi e su temi diversi.

I nostri partner:

United Societies of Balkans Astiki Etaireia e YEA: Youth Empowerment Association

I nostri partner associati:

In Italia: AGESCI (sede regionale del Piemonte), Istituto Boselli di Torino, CIOFS Piemonte.

Nella Repubblica della Macedonia del nord: Youth Educational Forum (YEF) e la municipalità di Aerodrom (Skopje)

In Grecia: Anna Lindh Foundation, Thess Network, Youth for Exchange and Understanding, UNITED for Intercultural Action Network, Youth Express Network, Forum of European Roma Young People, Developing Youth Participation at Local Level.

VET2B – video story

Il video, realizzato nell’ambito del progetto Erasmus+ “VET2B”, racconta dell’incontro fra i nostri due personaggi – Mr. VET e Mrs. SME – attraverso la piattaforma http://www.vet2b.eu: uno spazio ideale di scambio fra il mondo della formazione professionale e le aziende. Il video è stato realizzato su nostro script, dal partner di progetto INNEO (Polonia).

VET2B Network

Il 29 maggio ci incontriamo per chiudere ufficialmente le attività del progetto VET2B, uno dei nostri progetti finanziati dal programma Erasmus + nell’ambito della formazione professionale. Il progetto ha visto la collaborazione di enti di formazione e aziende e la realizzazione di una piattaforma digitale il cui obiettivo è trasformare le attività didattiche in servizi per le aziende.
Un dinner meeting per fare network condividendo storie, esperienze e progetti attorno ad un tavolo.

Per visitare la piattaforma: https://vet2b.eu/

VERITAGE – Incontro a Torino

L’8 e 9 maggio a Torino abbiamo ospitato, in collaborazione con ENGIM Piemonte, i partner del progetto VERITAGE: patrimonio culturale e metodologia integrata nel sistema IFP (istruzione e formazione professionale).

In sintesi

l’obiettivo del progetto è integrare il tema del patrimonio culturale europeo nell’insegnamento e nell’apprendimento delle discipline curriculari esistenti, esplorando il tema  con un nuovo approccio.

Questi alcuni dei temi su cui stiamo lavorando:

  1. The Svalbard Global Seed Vault: the world’s largest collection of crop diversity
  2. Chocolate eggs: the cultural roots of a commercial product
  3. From chocolate to art
  4. Coffee: the fascinating story of a bean that has traveled the globe
  5. The food museums: an unusual way to learn on food
  6. Packaging: a way to mix food, design, ecology
  7. The food photographers: telling food through photography.

Per saperne di più e seguire gli aggiornamenti, iscriviti alla nostra newsletter, visita il sito di progetto o seguici sulla pagina Facebook.