Youth worker in debate

Progetto Erasmus+ 2019-1-IT03-KA205-015697

“Youth worker in debate” è un progetto Erasmus+ K2 Strategic partnership – Scambio di buone pratiche nel settore giovani. Il progetto ha la durata di 24 mesi con data di inizio giugno 2019. Le organizzazioni partecipanti appartengono a tre Paesi – Italia, Grecia e Repubblica della Macedonia del nord – che ben rappresentano la diversità in Europa (includendo in questo concetto anche la Repubblica della Macedonia del nord come Paese candidato) e rappresentano un insieme di realtà eterogenee le cui competenze si completano e arricchiscono.

Il progetto ha due priorità principali: promuovere, attraverso la metodologia del Debate, la qualità dello youth work e l’empowerment dei giovani. Il flusso di attività del progetto e il piano di lavoro delineato sono stati pianificati in relazione e in linea con queste due priorità, con l’obiettivo di promuovere, attraverso un processo di educazione non formale e mediante lo youth work, la capacità dei giovani di sviluppare un proprio pensiero critico, aumentando la loro partecipazione e il loro senso di appartenenza ai valori della cittadinanza globale.

In linea con le priorità e gli obiettivi del progetto, i partecipanti (circa 40 in totale) sono giovani in età compresa fra 18 e 30 anni che parteciperanno, nel corso dei due anni di progetto, a una serie di attività, sia a livello locale sia a livello transnazionale.

In sintesi le attività previste dal progetto sono suddivise in tre fasi.

La prima fase prevede attività di formazione sulla metodologia Debate -il dibattito critico come metodologia educativa attiva- destinata agli youth worker che prenderà il via attraverso una staff joint training activity in Italia.

La seconda fase prevede, in tutti e tre i Paesi partners, a livello locale, la realizzazione di un percorso di avvicinamento alla metodologia Debate per un gruppo di 8 giovani (per un totale di 24 persone). Il percorso durerà circa 12 mesi e sarà gestito, attraverso la realizzazione di tre workshop supportati dall’utilizzo di Google classroom, dagli youth workers che avranno preso parte alla prima fase di attività e alla staff joint training activity.

Nel corso della terza fase infine, al termine del percorso formativo dei workshop, i giovani e gli youth workers partecipanti prenderanno parte alle blended mobilities finali in Grecia durante le quali verranno organizzate attività di Debate a livello transnazionale finalizzate alla valorizzazione del percorso fatto insieme a livello nazionale.

Durante questa fase di attività i partecipanti saranno invitati a elaborare proposte sul tema scelto (immigrazione ) da presentare alle autorità locali di ogni singolo Paese. Il tema è stato selezionato in relazione all’analisi dei contesti nazionali dei tre paesi e in relazione all’attualità e alla rilevanza del tema, in un contesto europeo e globale.

Il percorso di progetto consentirà la lettura del fenomeno in un’ottica allargata con l’obiettivo di valutare il fenomeno in una prospettiva storica a livello nazionale, europeo e internazionale che consenta l’analisi del fenomeno in un contesto di ampio respiro: migrazioni interne ai singoli paesi, migrazioni intra-europee e migrazioni extra-europee.

I risultati che ci aspettiamo sono relativi a un progressivo miglioramento delle competenze degli youth workers e dei giovani partecipanti, così come anche delle organizzazioni partecipanti e associate. Come anticipato, nell’ambito del progetto è previsto l’utilizzo della piattaforma Google classroom, come strumento di supporto alla realizzazione del percorso di esplorazione e utilizzo della metodologia; la realizzazione di un sito di progetto; la stesura di linee guida per l’utilizzo della metodologia del Debate nel settore dell’educazione giovani non formale; la stesura di una serie di proposte di miglioramento delle politiche sul tema immigrazione.

Il progetto rappresenta un’opportunità di crescita per tutti i partecipanti ed è stato progettato in un’ottica di sviluppo futuro e di trasferimento dell’esperienza in contesti diversi e su temi diversi.

I nostri partner:

United Societies of Balkans Astiki Etaireia e YEA: Youth Empowerment Association

I nostri partner associati:

In Italia: AGESCI (sede regionale del Piemonte), Istituto Boselli di Torino, CIOFS Piemonte.

Nella Repubblica della Macedonia del nord: Youth Educational Forum (YEF) e la municipalità di Aerodrom (Skopje)

In Grecia: Anna Lindh Foundation, Thess Network, Youth for Exchange and Understanding, UNITED for Intercultural Action Network, Youth Express Network, Forum of European Roma Young People, Developing Youth Participation at Local Level.