Turismo accessibile

Il turismo accessibile permette a tutti di vivere un’esperienza turistica adeguata alle proprie esigenze.

In base alle stime dell’ONU, nel mondo vivono circa 650 milioni di persone con disabilità. Se si contano anche i loro familiari, ciò significa che circa 2 miliardi di persone, vale a dire quasi un terzo della popolazione mondiale, sono direttamente interessate dal problema della disabilità.

Molte persone hanno esigenze di accesso, a prescindere se dovute o meno a una disabilità. Ad esempio, le persone più anziane, meno mobili o quelle con ausili per la deambulazione hanno esigenze di accesso che possono diventare serie limitazioni quando sono in vacanza. La popolazione europea sta invecchiando: entro il 2050 il numero degli over 65 si sarà triplicato rispetto al 2003, mentre quello degli ultraottantenni sarà cinque volte superiore al livello attuale.

Per queste persone viaggiare può rivelarsi un’impresa. Anche trovare informazioni sui servizi accessibili, imbarcare i bagagli in aereo, prenotare una stanza adeguata può spesso risultare difficile e costoso e richiedere parecchio tempo.

Queste cifre rivelano un enorme potenziale di mercato che attualmente rimane in gran parte sottoutilizzato. (Commissione europea).


Abbiamo lavorato su questo tema con il progetto Agriable: turismo e agricoltura per tutti  e stiamo lavorando alla costruzione di altri progetti, sia di profilo locale, sia di profilo europeo.

Vi presentiamo le linee guida al turismo accessibile pubblicate nell’ambito del progetto:

Agriable_lineeguida

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *